fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Consiglio comunale ad Aosta il 29 aprile 2020

Il Consiglio comunale di Aosta è convocato nelle giornate di mercoledì 29 e giovedì 30 aprile 2020, con un ordine del giorno di 29 punti.

Le interrogazioni

I consiglieri porranno quesiti alla Giunta sulla pandemia (per conoscere il numero totale dei decessi dal 1° gennaio al 20 aprile negli anni 2018, 2019 e 2020); Kcs (per sapere se il Comune riconosce all’ente gestore dei servizi agli anziani il totale delle ore previste); violenza domestica (i casi registrati dall’inizio del confinamento, rapportati con quelli degli anni precedenti); sanificazione delle strade cittadine (se sia stato predisposto un piano straordinario); gestione della Fase-2 (se sia stata avviata la costituzione di un gruppo di lavoro fra Comune e Regione autonoma); gestione rifiuti Covid-19 (quali modalità di raccolta e stoccaggio sono state messe in atto); turismo (gestione o annullamento degli eventi dell’estate 2020) ; infiltrazioni mafiose (se vi siano state informazioni di garanzia a carico di consiglieri comunali); emergenza spesa (incremento delle risorse per corrispondere il bonus alimentare); fondi aiuti alimentari (come sono stati spesi i fondi statali); aiuti bisogni primari (quanti sono i nuclei familiari esclusi fagli aiuti); dehors e Natale (quali misure per favorire il distanziamento sociale senza penalizzare le attività).

Le interpellanze

Una sola interpellanza, dedicata agli affitti (ipotesi di sospensione dei canoni da parte dell’Arer).

Le mozioni

Saranno discusse e poste in votazione alcune mozioni: sui pacchi alimentari (per destinare nuove risorse e incentivare la presenza di prodotti locali); salute pubblica (sulle modalità di lavoro dei dipendenti Kcs); manutenzione strade (avviare i cantieri per approfittare del traffico ridotto); bambini (programmare attività per i minori); commercio (sgravi per favorire la ripresa); Vivenda (aiuti economici ai dipendenti posti a zero ore); politiche sociali (aumentare l’organico operativo nell’Assessorato); smart working (proseguire il lavoro agile anche dopo il coronavirus); extra-gettito Imu (utilizzarlo per incentivare i proprietari a ridurre o azzerare i canoni d’affitto); amministrazione (riorganizzare gli uffici comunali); cantieri (cambiamenti nella pianificazione a causa dell’emergenza); imposte (prevedere esenzioni per le imposte pubblicitarie e di soggiorno); boudza-té (iniziative per favorire la mobilità sostenibile).

Ordini del giorno

Due iniziative sono dedicate a definire gli orientamenti della Giunta in risposta alle conseguenze dell’emergenza Covid-19 e a rinunciare agli emolumenti da consiglieri per destinarsi all’emergenza alimentare.


Il Consiglio sarà chiamato a prendere atto della relazione sull’attività 2019 della Commissione permanente di controllo e garanzia.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.