fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Le delibere della Giunta RaVdA dal 20 aprile 2020

Sono 22 le delibere adottate dalla Giunta della Regione autonoma Valle d’Aosta nel corso della riunione di giovedì 30 aprile 2020.

Presidenza della Regione

La Giunta regionale ha disposto la sospensione sino al 31 luglio 2020 o, comunque, sino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria Covid-19, dei termini per gli adempimenti procedimentali in ambito socio-assistenziale a carico dei cittadini, già previsti in precedenti deliberazioni della Giunta regionale. In particolare, il provvedimento riguarda:

  • i voucher per la frequenza di collegi, convitti e servizi di doposcuola;
  • i procedimenti in capo alla struttura Invalidità civile e tutele:
    • termine per la consegna della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà per la sussistenza di stato di ricovero in istituto;
    • termine per la consegna ISEE da parte di nefropatici per continuare a beneficiare dei contributi;
    • termine per la consegna della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà relativa allo svolgimento di attività lavorativa;
  • il calcolo della quota a carico degli utenti dei servizi domiciliari e residenziali per anziani;
  • aggiornamento canoni di locazione alloggi di edilizia residenziale pubblica.

L’Esecutivo, preso atto del parere favorevole espresso il 22 aprile 2020 dal Consiglio permanente degli Enti locali, ha approvato la ripartizione a favore delle Unité des Communes valdôtaines dei trasferimenti finanziari senza vincolo settoriale di destinazione per un importo pari a 2 milioni di euro. Tale riparto è stato determinato sulla base delle percentuali che risultano dall’applicazione di nove parametri specifici, legati alle caratteristiche dei Comuni appartenenti alle Unité, che condizionano le modalità di esercizio delle funzioni dalle stesse esercitate e quindi il fabbisogno di spesa, e dei corrispondenti pesi; per l’ Unité des Communes valdôtaines Walser, tenuto conto delle caratteristiche della stessa, è stata confermata la percentuale determinata nell’anno 2006.

Nella tabella, il piano di riparto 2020:

Unités des Communes valdôtaines% di ripartoTrasferimenti 2020
VALDIGNE-MONT-BLANC9,9710199.419,52
GRAND-PARADIS16,4165328.329,75
GRAND-COMBIN11,2976225.951,05
MONT-EMILIUS17,7700355.400,05
MONT-CERVIN15,6420312.839,46
EVANÇON13,3525267.050,19
MONT-ROSE10,0684201.367,98
WALSER5,4821109.642,00
TOTALE100,002.000.000,00

La Giunta regionale, in relazione alla situazione economica determinata dall’effetto delle conseguenze dell’emergenza Covid-19, ha esaminato una deliberazione che dispone a favore dei Comuni un trasferimento straordinario di 350 mila euro destinato alla solidarietà per l’acquisto di prodotti alimentari, di beni di prima necessità e per l’accesso alla rete Internet a favore di soggetti che si trovano in situazione di grave disagio economico e sociale.

D’intesa con il Consiglio permanente degli Enti locali, il riparto tra gli enti sarà effettuato in proporzione all’importo assegnato dall’ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile del 29 marzo 2020 e ciascun ente delibererà preventivamente le modalità di gestione dell’importo trasferito, la destinazione dello stesso e l’individuazione della platea dei beneficiari.

La proposta di deliberazione sarà ora trasmessa al Cpel per il parere.

Finanze, attività produttive e artigianato

La Giunta regionale, preso atto del parere favorevole espresso il 22 aprile scorso dal Cpel, ha approvato l’avviso a evidenza pubblica per l’efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico dei Comuni e delle Unité des Communes valdôtaines e la relativa scheda azione, nell’ambito del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 (FESR). L’avviso ha una dotazione finanziaria pubblica disponibile di 2 milioni di euro.

L’Esecutivo ha approvato una bozza di Protocollo di intesa con il Ministero dello sviluppo economico e le altre Regioni partecipanti – Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria e Provincia Autonoma di Trento – per l’attuazione del Piano multiregionale di aiuti alla ricerca e sviluppo del Programma Mirror Copernicus, finanziato nell’ambito del Piano operativo imprese e competitività FSC 2014/2020, volto a sviluppare un innovativo sistema infrastrutturante, denominato Copernicus Market Place (COMAP) e a favorire la ricaduta e i benefici dei relativi sviluppi tecnologici sui territori delle Regioni firmatarie.

Ambiente, risorse naturali e Corpo forestale

La Giunta regionale ha esaminato una delibera che definisce l’elenco previsionale degli interventi, per l’anno 2020, da affidare a soggetti esterni all’Amministrazione regionale relativamente alla cura e ricostituzione di aree forestali, alla realizzazione e manutenzione di viabilità forestale e agli interventi di manutenzione e ripristino della viabilità minore, per un importo complessivo di 1 milione 552 mila euro. Il provvedimento sarà ora trasmesso al Consiglio Permanente degli Enti Locali per il parere.

Istruzione, università, ricerca e politiche giovanili

La Giunta regionale ha concesso al Comune di La Salle un’ulteriore proroga al 30 settembre 2020 del termine per l’esecuzione della verifica di vulnerabilità sismica dell’edificio scolastico sede della scuola primaria del capoluogo. La proroga è stata concessa in ragione dell’emergenza legata all’epidemia da coronavirus che ha determinato un ulteriore rallentamento dell’iter procedurale.

L’Esecutivo ha approvato quattro deliberazioni che concernono, per l’anno scolastico 2020/2021, la determinazione delle dotazioni organiche del personale dirigente e docente delle Istituzioni scolastiche regionali di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado, delle Istituzioni scolastiche regionali di scuola secondaria di secondo grado, del personale dirigente ed educativo del Convitto regionale Federico Chabod di Aosta e dei ruoli regionali del personale insegnante di religione cattolica delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della Valle d’Aosta. Le deliberazioni adottate, atti obbligatori da adottarsi di norma entro il 30 aprile, costituiscono il presupposto per l’espletamento di tutte le operazioni di sistemazione del personale necessarie per il regolare avvio dell’anno scolastico.

Opere pubbliche, territorio ed edilizia residenziale pubblica

La Giunta regionale ha concesso un contributo di 1.525 euro al Comune di Châtillon (pari al 50% della spesa massima lorda ritenuta ammissibile) per la riparazione del telo di copertura del campo da tennis del Palazzetto dello sport Amedeo Bortoletto e un contributo di 139 mila 394 euro al Comune di Courmayeur (pari al 50% della spesa massima lorda ritenuta ammissibile) per l’adeguamento del sistema antincendio della copertura del Palaghiaccio presso il Forum sport center.

L’Esecutivo ha approvato la variante della cartografia degli ambiti inedificabili dei terreni sedi di frane e a rischio di inondazioni, la revisione della cartografia degli ambiti inedificabili dei terreni sedi di fenomeni di trasporto in massa sul torrente Parleaz e la variante alla relazione tecnica e alla disciplina d’uso, adottate dal Comune di Aosta con deliberazione consiliare n. 27 del 26 febbraio 2020.

Sanità, salute e politiche sociali

La Giunta regionale, nell’ambito del Servizio sanitario regionale, ha determinato il fabbisogno di professionisti sanitari da avviare in formazione per l’anno accademico 2020/2021, come indicato nella tabella sotto riportata:

Professione sanitariaFabbisogno formativo anno accademico 2020/2021
Infermiere (D.M. 739/1994)25
Ostetrica/o (D.M. 740/1994)2
Fisioterapista (D.M. 741/1994)2
Logopedista (D.M. 742/1994)2
Educatore professionale (D.M. 520/1998)2
Tecnico sanitario di laboratorio biomedico (D.M. 745/1994)2
Tecnico sanitario di radiologia medica (D.M. 746/1994)2

La Giunta ha inoltre determinato, per l’anno accademico 2020/2021, presso l’Università degli Studi di Torino, l’istituzione dei seguenti posti aggiuntivi riservati nei corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie a favore di studenti residenti nel territorio regionale, che superino il concorso di ammissione ai corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie di interesse:

  • n. 1 posto aggiuntivo riservato nel corso di laurea triennale in educazione professionale;
  • n. 1 posto aggiuntivo riservato nel corso di laurea triennale in fisioterapia;
  • n. 1 posto aggiuntivo riservato nel corso di laurea triennale in tecniche di laboratorio Biomedico.

Per l’anno accademico 2020/2021, saranno 25 i posti da istituire nel corso di laurea triennale in infermieristica di Aosta.

L’effettiva istituzione dei posti nei corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie di cui sopra è subordinata al completamento dell’iter di programmazione da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca relativo alla definizione del numero degli accessi ai corsi di laurea per le professioni sanitarie per l’anno accademico 2020/2021, nonché al loro recepimento nel bando dell’Università degli Studi di Torino relativo all’ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie per il medesimo anno accademico.

Sarà definito con successiva deliberazione il protocollo d’intesa con la Regione Piemonte e con l’Università degli Studi di Torino per l’istituzione nell’anno accademico 2020/2021 dei posti aggiuntivi riservati nei corsi di laurea triennali delle professioni sanitarie di cui sopra.

L’Esecutivo ha approvato la sottoscrizione per l’anno 2019 dello schema di Accordo di Programma con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali per il sostegno allo svolgimento di attività di interesse generale da parte di organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per l’anno 2019, in attuazione dell’art. 72 del Codice del Terzo settore. Attraverso la sottoscrizione dello schema di Accordo di Programma e la sua approvazione da parte del Ministero, alla Regione sarà assegnato un finanziamento complessivo per l’anno 2019 pari a 599 mila 307 euro per la realizzazione del piano operativo, da presentare successivamente all’approvazione dell’accordo stesso.

Turismo, sport, commercio, agricoltura e beni culturali

La Giunta regionale, in ragione dello stato di emergenza sanitaria per l’emergenza epidemiologica da COVID-19, ha posticipato il termine utile alla presentazione delle domande di aiuto a fondo perduto per la ricomposizione fondiaria dal 30 aprile al 29 maggio 2020.

L’Esecutivo ha approvato il trasferimento corrente a titolo di contributo aggiuntivo, sulla base del Piano operativo 2020 e del budget previsionale 2020, di 2 milioni 200 mila euro all’Associazione Forte di Bard per il finanziamento delle attività previste nell’anno 2020, nell’ambito della convenzione di cui alla DGR 56/2016 e successive modificazioni.

Allegati

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.