fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Italia Viva sollecita la ripartenza in base all’autonomia

Italia Viva Valle d’Aosta suggerisce la riapertura delle attività economiche e professionali, dal commercio al dettaglio alle attività di cura della persona, come i parrucchieri, già dal 4 maggio.

Lo fa partendo da tre considerazioni: l’80% dei contagi da Covid-19 è avvenuto in luoghi confinati (ospedali, RSA, ambulatori medici, case private) e che meno del 5% nei luoghi di lavoro, pochissimi all’aperto; in Valle d’Aosta 27 comuni non hanno casi di Covid-19 o hanno persone in isolamento ma negative; i ricoverati in Rianimazione sono passati da 27 a 4.

Sulla base di questi dati, Italia Viva Valle d’Aosta ritiene che, con le prescrizioni del documento tecnico dell’Inail, sia urgente avviare la ripresa. E che sia anche tempo di riaprire le attività escursionistiche sul territorio nei limiti del distanziamento fisico e delle eventuali protezioni individuali. Ritiene inoltre necessario studiare modalità e criticità della riapertura degli asili nido e delle scuole di ogni ordine e grado, con l’obiettivo di essere pronti a settembre, ma per alcune tipologie potrebbero configurarsi le condizioni di un riavvio più precoce.

«È tempo di farci forti della nostra autonomia speciale e della necessità di adattare norme nazionali d un territorio così particolare come quello valdostano – scrivono i portavoce Anita Mombelloni e Giovanni Sandri in una nota -. Se il presidente del Consiglio va avanti con i Dpcm, la cui costituzionalità è stata messa in dubbio dalla attuale presidente dalla Corte costituzionale, nonché da più suoi predecessori, la Valle d’Aosta deve rivendicare il diritto di attuarlo nei modi più consoni alla propria specificità».

Italia Viva Valle d’Aosta denuncia inoltre i «gravi ritardi nell’attività della Commissione paritetica» e annuncia si farà interprete, presso i propri gruppi parlamentari e le rappresentanti nel Governo nazionale, «perché si riavvii l’attività di tale Commissione per rispetto della nostra autonomia speciale».

© 2020 All rights reserved.