fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

La Fase 2 ad Aosta

nella mattinata di lunedì 4 maggio 2020, prima giornata delle fase 2 del coronavirus, abbiamo attraversato la città di Aosta per documentare come fosse incrementato l’afflusso di persone nelle vie e di auto nelle strade.

Le riaperture del Comune di Aosta

Successivamente al Dpcm 26 aprile 2020 e all’ordinanza n. 192 del presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta del 3 maggio 2020, rcon propria ordinanza, il Comune di Aosta ha deciso che è consentito l’utilizzo delle aree verdi e dei parchi cittadini e, in caso di attività sportive o motorie, queste sono consentite solamente individualmente (con accompagnatore in caso di minori o di persone non autosufficienti) con obbligo di distanziamento interpersonale di due metri per l’attività sportiva e di un metro per l’attività motoria. L’attività ludica e ricreativa è vietata a tutti (parchi giochi per bambini inclusi ed eventuali attrezzature e strutture ludiche per bambini presenti nelle aree fruibili incluse). In particolare:

  • è consentita la fruizione dei giardini “Lussu”;
  • sono consentite le attività per lo sgambamento/toilettes cani nelle isole situate in corso Lancieri di Aosta e in via Monte Emilius;
  • è consentita la fruizione del parco “Saumont” e del parco Grand Eyvia, quest’ultimo fatta eccezione per le attività del campo di basket.
  • è consentita la fruizione del parco “Saumont” e del parco Grand Eyvia, quest’ultimo fatta eccezione per le attività del campo di basket.

In tutti i siti indicati è consentito l’utilizzo delle panchine nel rispetto dell’obbligo del distanziamento interpersonale di almeno un metro o, laddove questo non sia possibile, con l’utilizzo delle apposite protezioni che garantiscano la copertura delle vie respiratorie.

L’apertura di altre aree, compatibilmente con i lavori di manutenzione in corso di organizzazione e di esecuzione, avverrà in maniera scaglionata, e riguarderà l’area giochi di Excenex, il Parco Tzatelet (quota BP), il Parco Fontaine de Saint-Ours e il Parco di Entrebin.

È ripristinata l’attività di ricezione delle richieste di residenza (e degli accertamenti conseguenti).

© 2020 All rights reserved.