fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Aosta: si torna a pagare i parcheggi; riaprono orti e impianti sportivi

Con due ordinanze, il Comune di Aosta ha disciplinato il progressivo processo di allentamento delle misure restrittive imposte con la decretazione governativa d’urgenza dovute all’epidemia da Covid-19.

La prima ordinanza dispone, a partire da mercoledì 20 maggio, la riapertura dei parcheggi in struttura Carrel, Consolata e de La Ville con le medesime modalità di fruizione precedenti alle ordinanze di chiusura, nonché il ripristino del pagamento per la fruizione del parcheggio dell’ospedale Parini e degli stalli di sosta a pagamento (stalli blu) su tutto il territorio comunale.

La seconda ordinanza provvede alla parziale riapertura degli impianti sportivi e apre l’accesso alle aree ortive comunali.

Sono riaperti i campi di tennis comunali di via Mazzini (circoscrivendo al momento la loro apertura ai soli campi scoperti) e, da sabato 23 maggio, la riapertura del campo sportivo scolastico di atletica leggera Ettore Tesolin.

Per quanto riguarda lo svolgimento di attività lavorative per autoconsumo presso le aree ortive comunali, l’accesso è consentito nel rispetto di giorni, turni e orari individuati con appositi calendari che saranno trasmessi agli assegnatari, nell’osservanza delle norme che disciplinano la distanza interpersonale e di quelle igienico-sanitarie.

In particolare:

  1. l’accesso alle aree ortive è garantito dal lunedì al sabato, su due turni, dalle 7 alle 13 e dalle 13 alle 20;
  2. L’accesso al singolo fondo è consentito a un massimo di due persone contemporaneamente nel caso di soggetti conviventi; nei restanti casi l’accesso è limitato a una sola persona:
  3. le aree ortive comunali sono accessibili a turnazione; a ogni lotto è stata assegnata una lettera (A-B-C-D) corrispondente a delle fasce orarie di accesso e a dei giorni stabiliti, dal lunedì al sabato, consentendo a tutti gli assegnatari almeno tre accessi settimanali;
  4. gli accessi contingentati sono relativi ai lotti e non alle persone, pertanto, nel caso di assegnazione di due lotti, l’assegnatario potrà accedere secondo le modalità previste e svolgere l’attività esclusivamente sul lotto per cui l’accesso è previsto per quel giorno e non sul secondo lotto il cui accesso è previsto in altro giorno;
  5. le lettere (A-B-C-D) relative alle categorie di accesso agli orti sono state riportate sulle cartine, ognuna delle quali sarà appesa su ogni fondo, unitamente a un elenco nominale con i giorni in cui è consentito l’accesso a ogni lotto; lo stesso elenco sarà trasmesso al personale dell’Amministrazione preposto gli accertamenti, ai referenti di Anziani Attivi e alle Forze dell’ordine, al fine di consentire un più puntuale controllo;
  6. durante la permanenza nelle zone ortive è obbligatorio l’uso di mascherina protettiva naso/bocca, o altro indumento idoneo, e di guanti;
  7. durante le attività agricole è fatto divieto di scambiare attrezzi e/o prodotti;
  8. gli spazi comuni e di socializzazione sono chiusi e interdetti; è fatto divieto assoluto di assembramento e di stazionare lungo i vialetti di collegamento interni all’area, e vige l’obbligo di rispetto della distanza interpersonale;
  9. il rispetto delle disposizioni è affidato al personale dell’Amministrazione comunale, ai referenti di “Anziani Attivi” e alle Forze dell’ordine;
  10. il mancato rispetto delle disposizioni, oltre alle sanzioni previste per legge, potrebbe comportare, a discrezione dell’Amministrazione, anche la chiusura dell’area orticola.

© 2020 All rights reserved.