fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Guide turistiche: noi fermi sinché non avremo indicazioni dalla Soprintendenza

Le guide turistiche iscritte all’Elenco regionale della Valle d’Aosta – prive di misure di sostegno regionali – sono stupite per i contenuti della ordinanza di riapertura delle attività.

«La ripresa delle attività di guida turistica potrà avvenire soltanto dopo la riapertura dei luoghi della cultura di riferimento nella regione e lo sblocco degli spostamenti interregionali ed internazionali e, soprattutto, quando la fiducia e serenità dei visitatori saranno nuovamente motore dei loro spostamenti – spiegano in una nota -. Risulta pertanto inopportuno e confuso il provvedimento di riavvio dell’attività delle guide turistiche compreso nella ordinanza 207 del 17 maggio dove, ancor prima di vedere stabiliti i protocolli di fruizione dei siti culturali in previsione della riapertura, le regole di ripresa sono le stesse di professioni a connotazione diversa (guide escursionistiche naturalistiche), e che collidono con le norme previste dal Dpcm del 17 maggio (citate nella stessa ordinanza regionale) in materia di musei ed affini».

Le guide turistiche valdostane precisano di non aver chiesto «la inutile e precoce riapertura delle proprie attività» ma ribadiscono la natura culturale della propria professione e attendono «le disposizioni che la Soprintendenza per i Beni culturali vorrà indicare, punto di partenza imprescindibile per la costruzione di un protocollo operativo vicino alle esigenze di una professione vocata all’accoglienza di visitatori in Valle d’Aosta e alla condivisione con chi vi abita del ricco patrimonio culturale».

© 2020 All rights reserved.