fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Le regole per la movida in Fase-2

Martedì 26 maggio 2020, il questore di Aosta Ivo Morelli ha incontrato il presidente ConfCommercio VdA Graziano Dominidiato e il direttore Adriano Valieri.

L’obiettivo è stato di fare il punto della situazione relativo alle criticità durante la Fase-2, con particolare riferimento ai pubblici esercizi con apertura serale.

Durante il week-end del 23 e 24 maggio, infatti, molti avventori (soprattutto giovani) si sono riversati nel centro del capoluogo valdostano, creando situazioni di momentanei assembramenti di fronte ad alcuni locali, consumando bevande in piedi nelle aree corrispondenti ai dehors.

A tal proposito, il Questore ha ribadito che i pubblici esercizi si devono limitare a servire i clienti che riescono a trovare posto a sedere all’interno o all’esterno, sempre mantenendo il parametro della distanza interpersonale.

La vendita delle bevande da asporto dovrebbe essere evitata. In ogni caso, il gestore del locale ha il compito di evidenziare in modo chiaro che qualunque prodotto d’asporto non deve essere consumato in piedi, nelle vicinanze del locale.

Venerdì 29 maggio, è previsto un servizio d’ordine speciale a partire dalle ore 18 e sino alle ore 24, per verificare i comportamenti da parte degli avventori locali. Si verificheranno il mantenimento della distanza interpersonale e l’utilizzo delle mascherine quando non si consuma la bevanda.

Le forze dell’ordine verificheranno anche la corretta informativa da parte dei pubblici esercizi, a livello di cartellonistica sia verticale sia orizzontale, la distanza di un metro fra le sedute, la presenza di igienizzanti e gel mani.

Tale servizio, qualora risultasse necessario, sarà esteso anche alla giornata di sabato.

ConfCommercio esorta le forze dell’ordine a supportare i pubblici esercizi al fine di aiutarli a gestire al meglio la clientela, collaborando per sistemare eventuali criticità presenti, evitando l’applicazione di multe e sospensioni licenze. Anche il comportamento dell’esercente deve risultare collaborativo e propositivo, cercando di sanare situazioni di eventuali irregolarità.

© 2020 All rights reserved.