fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Riaperto lo stato di agitazione al Dahu di Brusson

Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Uiltucs e Savt Terziario e Servizi hanno proclamatolo stato di agitazione del personale dipendente della cooperativa sociale Codess, ente gestore della Casa per la salute della Mente Dahu a Brusson, a causa del mancato pagamento della Retribuzione integrativa regionale sul cedolino di gennaio 2020.

La Cooperativa è stata diffidata (il 21 febbraio), perché si chiede con forza il ripristino della correttezza retribuzione.

Con accordo del 20 giugno 2014, la Cooperativa sociale Codess aveva riconosciuto che vi è un accordo di retribuzione integrativa regionale. In tale contesto Codess aveva riconosciuto gli arretrati di quanto sino ad allora non erogato.

Con nota del 21 febbraio 2020 le organizzazioni sindacali hanno diffidato Codess agli immediati adempimenti. I sindacati hanno convocato un’assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici e, il 28 febbraio 2020, è stato proclamato lo stato di agitazione all’unanimità. Con l’emergenza Covid 19, le organizzazioni sindacali hanno sospeso temporaneamente le procedure inerenti al contenzioso.

Lo stato di agitazione è stato nuovamente proclamato giovedì 28 maggio 2020. Hanno richiesto al prefetto di convocare le parti in causa, anche attraverso conference call, promuovendo il tentativo di ricomposizione del contenzioso. In assenza di qualsivoglia volontà della controparte, i sindacati preannunciano l’intenzione di porre in essere ogni azione utile alla tutela di tutti i lavoratori.

© 2020 All rights reserved.