fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Festa della Repubblica 2020

La Valle d’Aosta, martedì 2 giugno 2020, celebrerà la Festa della Repubblica consegnando le onorificenze ai cinque Cavalieri dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, che riceveranno il riconoscimento conferito loro dal presidente della Repubblica.

La cerimonia, con inizio alle ore 11, si terrà nella Sala Maria Ida Viglino di Palazzo regionale e l’ingresso sarà consentito ai soli insigniti e a un numero limitato di accompagnatori.

Gli insigniti dell’onorificenza dell’Ordine di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana sono:

Luigi Busatto 

Dirigente industriale in pensione, ha iniziato il suo percorso professionale presso l’Azienda Cogne Acciai Speciali quale apprendista operaio, arrivando a ricoprire la carica di dirigente industriale e specialista delle tecnologie e normative sugli impatti e impianti dell’ecosistema. Ha continuato ad impegnarsi nell’ambito della realtà regionale per favorire il mondo del lavoro e alimentare la formazione dei giovani studenti, sensibilizzandoli a favore di una cultura di tolleranza e di condivisione sociale.
Dal 2010 al 2019, è stato designato Console Regionale e Consigliere Nazionale della Federazione Nazionale dei Maestri del Lavoro. Attualmente è Console onorario dei Maestri del Lavoro.

Nicolò Dragotto 

Svolge le funzioni di Vice Questore Vicario della Questura di Aosta. Nell’esercizio delle sue funzioni vicarie, ha saputo sostituire in maniera eccellente l’Autorità di pubblica Sicurezza, ottenendo riconoscimenti e apprezzamenti dalle Istituzioni locali e dalla comunità valdostana.
Figura centrale e sempre presente nei rapporti con la Regione e i Comuni valdostani, in qualità di Dirigente della locale Questura di Aosta ha assicurato un’attenta gestione dell’ordine pubblico.

Adriano Favre 

Guida alpina dal 1981, già a partire dal 1975 svolge molteplici professioni legate a tale figura: istruttore ai corsi di formazione per guide alpine, istruttore tecnico di soccorso alpino, eli-soccorritore, responsabile nazionale delle unità cinofile da valanga per il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino, formatore nei corsi per Direttori delle piste e Pisteurs-secouristes della Valle d’Aosta.
Dal 2003 al 2008 e dal 2013 al 2018 è stato designato direttore del Soccorso Alpino Valdostano e dal 1997 è responsabile tecnico del Trofeo Mezzalama.

Mario Gronchi 

Ufficiale del Corpo degli Ingegneri dell’Esercito Italiano, effettivo al 1° Reparto Infrastrutture di Torino del Comando Truppe Alpine, nel 2015 consegue il titolo di Ufficiale di Stato Maggiore.
Nel corso della carriera militare ha ricoperto numerosi incarichi tecnici presso il Reparto Infrastrutture di Milano nell’ambito della riqualificazione delle strutture dell’Esercito e importanti incarichi di staff presso organismi nazionali e internazionali in Iraq, Libano, Gibuti, Somalia, Bosnia, Kosovo, ed in particolare l’operazione Isaf in Afghanistan.

Pietro Iacobellis 

Vice Brigadiere CC. in congedo, ha prestato servizio nell’Arma dei Carabinieri dal 1951 al 1988, data del suo collocamento in quiescenza per compimento del 60° anno di età. Dal 1989 entra a far parte della Sezione Valdostana dell’Unione Nazionale Mutilati per Servizio e si iscrive all’Associazione Nazionale Carabinieri.
Socio rifondatore del Comitato valdostano dell’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi di Guerra, si è dimostrato un prezioso collaboratore nell’azione di ricostruzione delle strutture sociali e nel censimento dei caduti valdostani.

La manifestazione di Forza Italia e Fratelli d’Italia

Martedì 2 giugno 2020, in occasione della Festa della Repubblica, si svolgerà anche ad Aosta l’iniziativa, promossa a livello nazionale dal centrodestra, «per dare voce ai milioni di italiani inascoltati dal Governo Conte e dimenticati dai suoi provvedimenti».

L’appuntamento è alle ore 10, in piazza Roncas.

«Sarà una manifestazione simbolica, come è giusto che sia in questo periodo, senza assembramenti, nel pieno rispetto delle misure di distanziamento richieste dalle norme anti-contagio da Covid-19. Anche la scelta della piazza ha un significato fortemente simbolico, perché abbiamo deciso di andare ai margini del centro storico di Aosta, laddove il tessuto economico era in sofferenza già prima dell’arrivo dell’emergenza sanitaria. Perché se è vero che milioni di italiani sono stati finora dimenticati dai provvedimenti del Governo Conte, è altrettanto vero che decine di migliaia di valdostani sono stati finora ignorati dalla Giunta Testolin, molto più impegnata a promettere, ad annunciare e ad autocelebrarsi che non ad aiutare concretamente famiglie, imprese e lavoratori con le uniche due cose che a oggi servirebbero: soldi in tasca e investimenti!», spiegano gli organizzatori.

La manifestazione della Lega Vallée d’Aoste

«Il 2 giugno porteremo in piazza le voci di chi non sta trovando risposte, certezze, protezione o attenzione nei decreti di questi mesi. Tutti insieme, rispettando le regole, per aiutare l’Italia e gli italiani», ha annunciato Matteo Salvini.

La Lega Vallée d’Aoste ha aderito all’iniziativa e sarà presente in piazza Chanoux, ad Aosta, a partire dalle ore 18 per manifestare contro i governi nazionale e regionale.

«L’attuale Governo – commenta la segretario Marialice Boldi – non è quello che i valdostani meritano! Il 2 giugno manifesteremo con forza la volontà di costruire il nostro futuro nel territorio che ci appartiene e ci spetta di diritto, così come sancito dal nostro Statuto autonomo. Se anche voi non ne potete più del Governo degli annunci, vi aspettiamo in piazza Chanoux, per far sentire tutti insieme la voce degli inascoltati».

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.