fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Riaperto il Piccolo San Bernardo ma non si può varcare il confine

Anas ha riaperto al traffico, venerdì 29 maggio 2020, la strada statale 26 della Valle d’Aosta nel tratto compreso tra il bivio per località Les Suches e il confine con la Francia, dopo la consueta chiusura per la stagione invernale.

Erano già riaperti al transito circa 5 chilometri e mezzo di statale nella parte più a valle, tra Pont Serrand e il bivio per Les Suches, al fine di consentire il ripristino del collegamento con la frazione del comune di La Thuile. 

Per l’emergenza sanitaria, permane provvisoriamente attiva la chiusura in ingresso e uscita del passo del Piccolo San Bernardo. La statale è pertanto percorribile lungo tutto il tracciato italiano fino al confine di Stato con la Francia.

Le attività di sgombero neve sono state avviate a inizio aprile e sono state condotte ininterrottamente dal personale specializzato tramite turbine fresaneve e lame dotate di dispositivo spargisale. I mezzi si sono aperti un varco sulla carreggiata attraverso accumuli di neve che hanno raggiunto, in alcuni punti, lo spessore di sei metri. Con il procedere delle attività di sgombero sono state anche reinstallate le barriere laterali e la segnaletica verticale, rimosse prima della chiusura e stoccate per evitarne il danneggiamento a causa di possibili valanghe.

La riapertura al transito della statale 27 del Gran San Bernardo tra Saint-Rhémy-en-Bosses e il confine con la Svizzera è prevista invece per lunedì 1° giugno. Anche in questo, la statale sarà regolarmente percorribile lungo tutta la tratta in territorio italiano, fino al confine di Stato.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.