fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Avanti con il Progetto civico progressista

Rete Civica, Partito Democratico, Europa Verde, Possibile e l’Associazione Area Democratica-Gauche Autonomiste hanno continuato a lavorare per delineare il loro Progetto Civico Progressista. 

«Lavoriamo su un programma e su una proposta di governo per il futuro della Valle d’Aosta. Vogliamo costruire per la nostra regione una nuova normalità:   passare dalla “cura” e dal “rilancio” della nostra regione al “cambiamento”, per uscire più forti e equi dalla crisi economica, sociale e sanitaria che la  pandemia ha provocato», spiegano in una nota congiunta. 

In giugno, si svolgeranno quattro incontri su argomenti di attualità, con lo scopo di mettere in “rete” le competenze e i saperi e confrontarsi.

Gli incontri sono aperti a chi vuole dare un contributo, ha idee da proporre, priorità da suggerire; si svolgeranno su Skype, il giovedì, dalle ore 17:

  • 4 giugno: La sanità valdostana fra emergenza e visione futura, con introduzione di Giorgio Begliuomini
  • 11 giugno: le donne e la politica valdostana, con introduzione di Maria Pia Simonetti
  • 18 giugno: scuola valdostana e coronavirus, i problemi della rentrée, con introduzione di Erika Guichardaz
  • 25 giugno: agricoltura e turismo insieme per la ripartenza, con introduzione di Marcello Dondeynaz

Per chiedere di partecipare si può scrivere una e-mail.

«Noi siamo pronti per partecipare alle prossime elezioni!  Auspichiamo la data più ravvicinata per permettere ai valdostani di uscire, in sicurezza, da questo stato di emergenza e di sospensione democratica che non può più continuare. 
Lo vogliamo fare coinvolgendo tutti coloro che, come noi, vogliono impegnarsi in prima persona, guardando al futuro con  ottimismo e con la determinazione a costruire una Valle d’Aosta più giusta, equa, aperta e europea di quella che avevamo a febbraio e che ci ritroviamo oggi
», concludono le cinque aggregazioni politiche.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.