fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

206° anniversario dei Carabinieri

È stato festeggiato, venerdì 5 giugno 2020, il 206° anniversario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri, che è coinciso con il centenario della concessione della prima Medaglia d’Oro al Valor Militare alla Bandiera di Guerra dell’Istituzione, per il valore dimostrato e il sangue versato durante il primo conflitto mondiale. Era il 5 giugno 1920 e, da allora, in questa data si celebra la Festa dell’Arma, nata come Corpo dei Carabinieri reali, il 13 luglio del 1814.

Le misure di contenimento della pandemia non hanno consentito di prevedere la tradizionale cerimonia militareTuttavia si è proceduto alla deposizione di una corona d’alloro alla presenza del presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta.

I risultati dei Carabinieri in Vallee d’Aosta negli ultimi 12 mesi

I Carabinieri, in Valle d’Aosta, hanno perseguito il 72% dell’intera delittuosità, procedendo per 2.180 casi, dei quali il 27% sono stati scoperti.

Il dato generale non può non tener conto del periodo di lockdown per il Covid-19, che ha portato ad una diminuzione in generale dei delitti pari a quasi il 16%, così come anche quelli scoperti, che contano un – 7%.

Le persone deferite all’autorità giudiziaria da parte dell’Arma dei Carabinieri sono state 560 mentre 30 quelle in stato di arresto.

Il 20% dei reati perpetrati, denunciati all’Arma dei Carabinieri, sono contro il patrimonio, in calo del 32,7% rispetto all’anno precedente. I cali maggiori riguardano i furti in abitazione e in esercizi commerciali, scesi del 32%. 

Negli ultimi 12 mesi, si è continuata a garantire la presenza sul territorio con circa 12.000 servizi esterni (in media 30 servizi preventivi al giorno), nel corso dei quali sono stati effettuati 37.276 controlli, pari a un incremento del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; nel corso dei servizi:

  • sono state identificate 49.585 persone;
  • sono stati controllati 28.282 veicoli;
  • sono state ritirate 70 patenti di guida ed effettuati 60 tra sequestri e fermi amministrativi di automezzi a carico di persone sorprese alla guida dopo aver assunto alcoolici o stupefacenti.

Significativi i risultati conseguiti anche nel contrasto all’uso di sostanze stupefacenti (7 persone denunciate, 36 segnalate, 12 kg di stupefacente sequestrato tra cocaina, eroina e hashish).

Importanti le iniziative per prevenire e contrastare le truffe e i furti ai danni di anziani, nel cui ambito i comandanti di Stazione hanno continuato a promuovere, grazie anche alla collaborazione di parrocchie e associazioni, una serie di incontri informativi a favore delle singole comunità. Negli ultimi 12 mesi, sono state denunciate 12 truffe in danno di persone anziane rispetto alle 7 dell’anno precedente, 5 sono stati gli autori segnalati all’autorità giudiziaria.

Il Nucleo Carabinieri Antisofisticazione e Sanità (NAS), nel corso dell’anno, ha effettuato 750 ispezioni, elevando 44 infrazioni penali e segnalando all’autorità giudiziaria 32 commercianti per gravi carenze igienico sanitarie. 98 le infrazioni amministrative oltre 20 i sequestri per un valore complessivo di circa 1 milione e 800 mila euro. 

Il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro ha proceduto a 137 ispezioni ad altrettante aziende, controllando la posizione di 526 lavoratori (80 irregolari e 59 così detti in nero) e recuperando oneri contributivi previdenziali intenzionalmente evasi per un valore complessivo di oltre 101.000 €.

Nell’ambito del progetto di diffusione della cultura della legalità tra i giovani, con specifico riferimento alla violenza di genere, al bullismo, all’educazione stradale, all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, l’Arma ha proseguito il percorso negli Istituti della Regione, coinvolgendo più di mille studenti, attraverso conferenze nelle scuole e visite ai Comandi.

È stato confermato anche quest’anno il servizio di prevenzione su alcuni comprensori sciistici garantendo oltre 100 richieste di soccorso e assistenza sugli impianti.

La pandemia che ha colpito l’Italia ha visto impegnati i Carabinieri della Valle d’Aosta nei servizi di vigilanza e controllo dell’ordine e della sicurezza pubblica per il rispetto delle disposizioni emanate dalle autorità Nazionale e Regionali. Ma oltre alla prevenzione, è stato fornito un concreto aiuto mediante il recapito di oltre 100 pacchi di generi di prima necessità, adeguati a sostenere orientativamente una famiglia di 3/4 persone per una settimana. 

I militari che si sono distinti nell’anno

È stato messo in evidenza un episodio di abnegazione e altruismo che ha visto come protagonista il capitano Danilo D’Angelo, comandante della Compagnia Carabinieri di Aosta, che ha ricevuto, come prima attestazione di merito, un Encomio solenne del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, per la seguente motivazione:

«Il 30 ottobre 2019, interveniva in località Les Iles di Aosta, all’interno dell’alveo del fiume Dora, dove un uomo, con in mano una tanica contenente del liquido infiammabile ed un accendino, aveva manifestato intenti anticonservativi per problemi economici. Sul posto, dopo aver intrattenuto invano un colloquio con il soggetto e coordinato l’intervento, tra gli altri, di personale dei vigili del fuoco, con ferma determinazione, generoso altruismo ed eccezionale senso di abnegazione, si lanciava, senza alcuna esitazione, verso il malcapitato che, nel frattempo si era cosparso di benzina e dato fuoco. Riusciva quindi a proiettarlo a terra e soffocare il fuoco con l’acqua e il fango circostante, permettendo l’ulteriore intervento risolutivo della squadra dei VV.FF. e scongiurando ben più gravi conseguenze».

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.