fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Gli emendamenti alla coronavirus-3

Questi gli emendamenti presentati al disegno di legge regionale n. 60 (coronaviurs-3) dai consiglieri regionali.

VdALibra

I consiglieri di Vdalibra Roberto Cognetta e Stefano Ferrero, assieme agli altri gruppi di minoranza Lega VdA, Mouv’ e VdA Ensemble, hanno proposto una serie di emendamenti per favorire la ripresa del territorio regionale. 

Tra tutti gli emendamenti proposti, alcuni affrontano tematiche che i Consiglieri Cognetta e Ferrero ritengono fondamentali per uscire dall’emergenza economica e sulle quali il loro sostegno è incondizionato:

  • aumento dello stanziamento di 600mila euro a favore dei lavoratori delle microcomunità relativamente al premio Covid-19 per i mesi di marzo, aprile e maggio e contrattazione degli importi da assegnare ai lavoratori con le organizzazioni sindacali;
  • introduzione del voucher Vda mon amour, indirizzato ai turisti per ticket di ingresso a musei e monumenti, pernottamenti in strutture ricettive alberghiere, extralberghiere e agriturismi; biglietti per le fruizione di impianti a fune, spese autostradali (limitatamente ai tratti inerenti il territorio valdostano; spese sostenute in ristoranti e per acquisti di prodotti alimentari locali e/o di artigianato di tradizione. Con uno stanziamento fra i 300 e il 450mila euro;
  • stanziamento a favore dell’ARPA di 500.000 euro per fare un monitoraggio continuo e approfondito delle discariche presenti in Valle d’Aosta;
  • istituzione di un elenco regionale disoccupazione Covid-19 nel quale inserire chi perderà il lavoro o chiuderà l’attività prevedendo corsi di formazione con un rimborso di 5 euro per ora di corso frequentata fino ad un massimo di 700 euro al mese; lo stanziamento previsto è di 3.000.000 di euro;
  • in caso di separazione con affido condiviso, indirizzare al genitore che versa l’assegno di mantenimento i soldi erogati ai minori attraverso la legge regionale 5/2020;
  • dare la possibilità ai soggetti iscritti al corso per ottenere il patentino di manutentore del verde (corso che si è interrotto per il Covid-19) di lavorare fino a ottobre, in deroga all’ottenimento del patentino;
  • stanziamento di 700.000 euro a favore delle aziende di stampa, delle testate giornalistiche locali anche on-line, come da ordine del giorno approvato in Aula il 17 aprile scorso.

AduVdA

La consigliere di ADU VdA, Daria Pulz, in riferimento agli emendamenti presentati alla l.r. 60, spiega: «la scuola e la cultura sono nel nostro DNA: costante è l’impegno per proporre emendamenti e iniziative in Consiglio sul tema e ora atti a garantire, per l’anno scolastico 2020-2021, la ripresa in sicurezza della didattica in presenza, indispensabile per assicurare il diritto costituzionale all’istruzione a tutte le studentesse e a tutti gli studenti e, soprattutto, ai più fragili, in una realtà regionale che ha una percentuale altissima di abbandono scolastico, pari al 14%».

«ADU – prosegue la consigliere – propone di finanziare il potenziamento, nella misura almeno del 9% in più, del personale docente e educativo. Si potrebbero così assumere 150 insegnanti, per sostenere il recupero degli apprendimenti e diminuire il numero di studenti per classe. ADU sostiene inoltre la possibilità di attribuire supplenze brevi al personale docente sin dal primo giorno di assenza, la copertura in rapporto 1/1 per gli allievi con sostegno e adeguate risorse per l’istruzione a domicilio per i soggetti più a rischio. Per risolvere alcune criticità dell’edilizia scolastica – già in affanno, soprattutto ad Aosta, ben prima dell’emergenza Covid-19 – ADU presenta un ordine del giorno che propone il riutilizzo del Liceo Bérard, per il quale, dopo tre anni dalla chiusura, non sono ancora iniziati gli interventi di ristrutturazione ai piani alti.»

Per quanto riguarda la cultura, «proponiamo – continua la consigliere – di sostenere l’audiovisivo, l’editoria e la filiera del libro valdostani, oltre alla visita virtuale dei luoghi della cultura; sosterremo inoltre gli aiuti per le compagnie teatrali professionali e i loro tecnici. Per le scuole di danza e di musica, riteniamo di procedere con contributi straordinari a sostegno della produzione e della formazione»

«Accanto a scuola e cultura – continua Daria Pulz – ADU è sostenitrice dei diritti civili e sociali. E nella difesa dei diritti si pone dalla parte delle meno tutelate: è il caso delle vittime di violenza domestica, i cui dati parlano di un raddoppio di accessi al centro antiviolenza, in modalità telefonica, durante il periodo di isolamento. Per andare incontro alla situazione di sofferenza delle strutture che ospitano le vittime, ADU ritiene opportuno garantire nuovi posti in case rifugio per non lasciare nessuna da sola di fronte alla violenza maschile

Lega Vallée d’Aoste

La Lega Vallée d’Aoste, insieme ai colleghi di minoranza Mouv’, VdA Libra e VdA Ensemble, ha presentato una serie di emendamenti. 

Fra gli oltre 60 emendamenti presentati per favorire la ripartenza sul territorio regionale,troviamo:

  • l’indennità sanitaria valdostana, una misura di incentivo economico utile sia a evitare l’ulteriore esodo di dirigenti medici e medici convenzionati già carenti, sia per aumentare l’attrattività, in un momento di particolare emergenza sanitaria derivante dalle conseguenze della fase acuta dell’epidemia ed in previsione delle già ipotizzate recrudescenze epidemiche;
  • l’indennità una tantum per i lavoratori dell’Azienda USL coinvolti nell’emergenza COVID-19, un riconoscimento economico una tantum per il personale dell’Azienda USL più direttamente coinvolto nell’emergenza da Covid-19, commisurata al grado di rischio corso (alto, medio o basso);
  • misure a sostegno delle famiglie e dei soggetti che sono stati parzialmente o integralmente dimenticati nei sostegni economici emergenziali precedentemente approvati, cumulabile con altre forme di sostegno al reddito, anche connesso all’emergenza epidemiologica da Covid-19;
  • il bonus regionale per evitare i licenziamenti a seguito della pandemia da COVID-19 in attuazione dell’articolo 60 del DL Rilancio;
  • sostegni per la prima infanzia, una misura che intende individuare sgravi a favore delle famiglie che usufruiscono dei servizi di prima infanzia al fine di contrastare gli effetti negativi che le stesse hanno subito a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e al perdurare della chiusura di tali servizi;
  • interventi per soggetti a rischio di esclusione sociale, fornendo un aiuto concreto alle famiglie che versavano in una condizione di disagio sociale già prima della pandemia e che hanno visto aggravare la propria situazione economica e sociale dalle limitazioni imposte e ampliando la possibilità di accesso ai prestiti sociali d’onore;
  • rimborso della terza rata agli studenti Univda, attraverso l’istituzione di un bonus una tantum a supporto degli universitari, categoria duramente colpita dalla crisi, che ha visto immutate le rette universitarie ma ha patito molto, soprattutto fra gli studenti con le fasce ISEE più basse, lo scoppio della pandemia;
  • il rifinanziamento del Fondo di rotazione per l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato a favore di aziende e professionisti in condizioni di carenza di liquidità a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19;
  • un contributo straordinario alle società sportive a sostegno degli organismi sportivi che con il lockdown hanno visto annullare eventi, cancellare attività, perdere iscritti e sono state costrette a investire per adeguare strutture, materiali e dpi alle condizioni imposte da DPCM;
  • semplificazione delle procedure burocratiche, con maggior coinvolgimento del ruolo dei professionisti e dei Membri Esperti (LR 18/94).

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.