fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Rinvio a giudizio per i cancelli con simboli nazisti

Nell’estate 2018, la Procura di Aosta aveva aperto un fascicolo per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa ai danni di Fabrizio Fournier, 56 anni.

L’indagine era partita da un esposto della Comunità ebraica di Torino.

I cancelli posizionati in uno stabile di Saint-Vincent di sua proprietà erano stati sequestrati, nel gennaio 2019, poiché contenevano simboli riconducibili al nazismo. Erano poi stati dissequestrati il mese successivo, con l’impegno del proprietario (che li definisce simboli esoterici) a rimuovere le aquile.

Nel luglio 2019, il sostituto procuratore Francesco Pizzato aveva chiesto il rinvio a giudizio di Fournier e, giovedì 25 giugno 2020, la data per l’udienza è stata fissata al 10 dicembre 2020.

© 2020 All rights reserved.