fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

1,472 milioni dal Gal per la valorizzazione turistica della Valle d’Aosta

Sono stati 26 i Comuni, Unité des Communes e Enti parco che hanno partecipato al bando Gal 7.5 – Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala, creato per migliorare la fruibilità del territorio sotto il profilo del turismo rurale, attraverso interventi di valorizzazione turistica.

Sono 13 i progetti finanziati, per un importo totale di 1.840.000  euro, con un contributo pari all’80%, (dunque di 1.472.000 euro), che puntano a integrare l’offerta outdoor, attraverso la creazione e la valorizzazione di strutture e itinerari escursionistici e il miglioramento dei servizi legati all’offerta turistica. 

Si tratta di progetti di riqualificazione della rete sentieristica, di valorizzazione e sistemazione di tracciati ciclabili di media montagna tra Rû, vigneti, borghi, castelli e di itinerari ciclopedonali ad alta quota. 

Il fil rouge che unisce questi progetti è la volontà di offrire percorsi esperienziali che consentano di vivere il territorio attraverso un coinvolgimento multisensoriale, apprezzandone gli aspetti naturalistici, rurali e culturali sia a piedi che in mountainbike. Sono inoltre stati finanziati progetti per la creazione di climbing park e di palestre di arrampicata sportiva all’aperto, nonché per la riqualificazione e l’ampliamento di un percorso di barefooting.

Particolare attenzione è stata rivolta alla mobilità sostenibile, prevedendo in molti percorsi la possibilità di ricaricare l’e-bike attraverso colonnine di ricarica. 

Sono stati premiati quegli enti che, ragionando in una dimensione sovracomunale, hanno avviato sinergie con i comuni limitrofi al fine di creare un’offerta turistica congiunta, a dimostrazione di come il “fare sistema” e il “condividere”, per accrescere la propria presenza dimensionale è una carta vincente e anche una necessità sempre più attuale.

«La risposta delle amministrazioni pubbliche è stata importante – commenta il presidente del GAL, Alessandro Giovenzi -: sono state presentate domande per il doppio dei fondi disponibili. La dotazione finanziaria del bando, che è stata peraltro aumentata proprio per cercare di soddisfare più domande, non è tuttavia sufficiente a finanziare tutti i progetti. L’auspicio, qualora vi sia un prolungamento dell’attuale programmazione 2014-2020 con risorse economiche aggiuntive, è che sia possibile finanziare gli altri interventi in graduatoria».

Allegati

© 2020 All rights reserved.