fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

L’Ordine dei medici chiede più sicurezza per gli iscritti

Il 29 giugno 2020, si è svolta l’Assemblea annuale dei Medici e degli Odontoiatri della Valle di Aosta.

Nell’occasione, stati approvati i bilanci, con la terza riduzione consecutiva di quota nel triennio, nonostante i costi sostenuti per la ristrutturazione della sede.

È stato deciso di rinviare all’autunno il giuramento di quindici nuovi medici e la consegna di venticinque medaglie d’oro per i quarant’anni di laurea.

Il presidente, Roberto Rosset, ha voluto ricordare i 171 medici italiani deceduti nel corso dell’epidemia di Covid-19, «abbandonati a se stessi senza strumenti di protezione individuale». E ha aggiunto: «Sono stati, ad oggi, 28.924 gli operatori sanitari infetti e cioè il 12 % di tutti i positivi, un sintomo di quanto il sistema non abbia funzionato. L’incolumità sul posto di lavoro è un diritto garantito dalla Costituzione e la richiesta di operare in maniera tutelata e protetta, dotati di tutti gli idonei presidi, in strutture affidabili non deve essere vissuta con fastidio».

È stato dunque espresso l’auspicio che i 3,25 miliardi di eeuro destinati a potenziare il Sistema Sanitario Nazionale vadano soprattutto ad aumentare la sicurezza e che le annunciate 9.600 nuove assunzioni di professioni sanitarie siano inserite in un modello organizzativo che faciliti il lavoro in team con i medici.

© 2020 All rights reserved.