fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Consiglio comunale a Courmayeur il 15 luglio 2020

Il Consiglio comunale di Courmayeur si è riunito mercoledì 15 luglio 2020, con un unico punto all’ordine del giorno, relativo alla quarta variazione di Bilancio di previsione triennio 2020/2022 per gli interventi di mitigazione del rischio da fenomeni franosi di crollo in località Plan Checrouit.

Il sindaco, Stefano Miserocchi, ha dato lettura di un messaggio del consigliere Alberto Vaglio (assente giustificato), il quale ha voluto sottolineare che la delibera di variazione di bilancio avrebbe avuto il suo voto favorevole. 

In apertura lavori, Miserocchi ha ricordato come l’intervento sia fondamentale e «volto a garantire il regolare svolgimento delle prossime stagioni invernali e la sicurezza degli impianti e dei loro frequentatori. Il voto odierno – ha aggiunto – è per permettere di poter procedere, una volta pubblicata la delibera, con le successive fasi necessarie per la più rapida assegnazione dei lavori».

Il vicesindaco Paolo Corio, in merito alla delibera ha ripercorso la cronistoria che ha portato alla variazione di Bilancio in discussione.

Il progetto definitivo esecutivo per le opere del Plan Chécrouit prevede un costo totale di 4.500.000 € e il relativo finanziamento è realizzato nel seguente modo:

  • € 181.500 (valore spese tecniche) a totale carico di Courmayeur Mont Blanc Funivie;
  • € 1.667.500 trasferimento regionale annuale per la finanza locale (50% dell’extra gettito IMU da non versare);
  • € 2.600.000 trasferimento diretto della Regione per il finanziamento dell’opera;
  • € 51.000 derivanti dall’accordo di programma con privati (Società Castello SGR – Costruzione Hotel Massif) per finanziamento di opere sul territorio. 

A seguito di questa variazione il pareggio di Bilancio per il Comune di Courmayeur si attesta, per l’anno 2020, sull’importo di € 32.178.994,65.

A seguire, la consigliere Raffaella Sarteur ha presentato, a nome dei consiglieri di minoranza presenti, un emendamento integrativo, approvato poi all’unanimità del Consiglio, che chiede l’immediata pubblicazione della delibera di Consiglio, l’immediata convocazione della Giunta comunale per l’approvazione del progetto definitivo-esecutivo e la pubblicazione della relativa delibera e infine la trasmissione immediata degli atti alle stazioni appaltanti per l’affidamento dei lavori.

La variazione è stata votata all’unanimità dal Consiglio comunale. 

In fase di dichiarazione di voto, il capogruppo di Courmayeur la Nuova Via Fabrizia Derriard,  dopo le risposte ricevute nel dibattito in aula, ha dichiarato voto favorevole seppur evidenziando che «tutto il percorso così rilevante per la comunità di Courmayeur non ha mai previsto un piano B da parte dell’Amministrazione comunale, in fase di finanziamento, né nell’iter dei lavori che slitteranno». 

Per la consigliere Roberta D’Amico, Gruppo Misto, il voto è favorevole «tenendo presente l’importanza strategica e le priorità, sperando che le tempistiche siano rispettate». Voto favorevole anche per i consiglieri Marco Salvato e Raffaella Sarteur, infine, che hanno evidenziato perplessità rispetto a 51mila euro del finanziamento previsto per il vallo, provenienti dall’accordo di programma per la realizzazione dell’Hotel Massif, sulla cui legittimità l’Amministrazione si è espressa nel corso del dibattito. 

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.