fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Consiglio comunale a Gressan il 31 luglio 2020

Il Consiglio comunale di Gressan si è riunito venerdì 31 luglio 2020 e, dopo aver approvato i verbali della seduta precedente, ha ascoltato le comunicazioni del sindaco.

Trattandosi presumibilmente dell’ultima seduta della consiliatura, ha ringraziato tutti coloro che hanno lavorato a beneficio della collettività, nel corso di questi cinque anni. Ha ringraziato, in particolare, i consiglieri che non proseguiranno la loro attività nell’Amministrazione: Renzo Bionaz, Massimo Fiabane, Stefano Porliod, Roberto Bonin ed Erika Guichardaz.

Ha preso la parola anche la minoranza, per esprimere stupore per l’elevato numero di assessori che non si ricandideranno e per augurare buon lavoro a chi comporrà il nuovo Consiglio comunale. 

Il sindaco ha dato comunicazione delle delibere di Giunta per mezzo delle quali sono state prelevate risorse dal fondo di riserva per interventi inderogabili e urgenti.

Sono state ratificate (con astensione della minoranza) le deliberazioni di variazione di Bilancio adottata dalla Giunta comunale in via d’urgenza. In particolare, 30mila euro sono stati destinati all’incarico professionale per la messa in sicurezza degli edifici scolastici in vista della ripresa delle lezioni. 

Approvata (con l’astensione del gruppo di minoranza) una variazione al Bilancio di previsione 2020/2022 e al relativo Documento unico di programmazione. Pareggia sulla somma di 665.710 euro. Le principali entrate sono rappresentate dal 50% dell’extra-gettito Imu, dai 150mila euro della legge regionale 9/2020. Figurano in entrata anche 22 mila dalla Regione autonoma Valle d’Aosta per la messa in sicurezza degli edifici scolastici e 47mila da un contributo statale e regionale per i Parchi gioco (35mila euro saranno destinati per le scuole del capoluogo, 10mila euro a Chevrot). Queste risorse copriranno le spese seguenti: riduzione dell’Imu e della Tari per coloro che hanno subito le conseguenze economiche dell’emergenza Covid-19, interventi sulle scuole e manutenzioni di vario genere.

I consiglieri hanno preso atto all’unanimità del permanere degli equilibri generali di Bilancio per l’anno 2020.

Sono stati quindi approvati all’unanimità:

  • le tariffe Tari 2020 e le misure agevolative per le categorie di utenza non domestica che sono state costrette a sospendere l’attività o ad esercitarla in forma ridotta a causa dell’emergenza Covid-19. Nel periodo di lockdown, i costi dello smaltimento dei rifiuti sono aumentati (330mila euro a livello di Unité des Communes). Ciò nonostante, grazie soprattutto a interventi finanziari regionali e a uno studio condotto con Arera, è stato possibile individuare tre fasce di operatori economici alle quali attribuire uno sgravio tariffario. La minoranza ha apprezzato che siano state recepite le sue suggestioni, conseguentemente ha votato a favore della determinazione.
  • la determinazione delle aliquote Imu per l’anno 2020, è stata fatta prevedendo uno sconto dello 0,5 per mille, spalmato sulle principali categorie catastali.
  • il nuovo Regolamento per l’applicazione dell’imposta Municipale propria. Entro il mese di marzo di ogni anno, la Giunta dovrà adeguare i valori dei beni per permettere il calcolo dell’imposta. 

Non vi sono state osservazioni alla 14a variante non sostanziale al Piano regolatore, relativa all’approvazione del progetto preliminare per la realizzazione un nuovo parcheggio in località Les Fleurs. Dunque è stata approvata, con il voto contrario dell’opposizione. 

Adottata all’unanimità la 15a variante non sostanziale al Piano regolatore, concernente l’adeguamento della classificazione dei fabbricati siti nella sottozona AE4 in località Ronc. Nella classificazione dei fabbricati in centro storico, quelli della frazione Ronc più vicini alla torre erano stati quasi tutti classificati come A1 (castelli, torri, cinte murarie, case forti e fortificazioni). Verificato che si trattava di una classificazione non corretta, si è deciso di apportare il necessario correttivo. Ciò consentirà ai proprietari di accedere alle agevolazioni statali per le ristrutturazioni, dalle quali sarebbero altrimenti esclusi. 

Ha chiuso i lavori l’approvazione unanime della convenzione per la gestione del percorso ciclo-pedonale dell’Unité des Communes valdôtaines du Mont-Émilius.

Potrebbe interessarti:

© 2020 All rights reserved.