fbpx
Inserisci una parola e premi cerca

Nuovi siti museali valdostani in Abbonamento Musei

Dal 1° agosto 2020, altri quindici siti (alcuni tra i luoghi di interesse più significativi della Valle d’Aosta) sono entrati a far parte della Rete Abbonamento Musei.

Castello Introd Esterno 2 Archivio Fgp
Il castello d’Introd

Si aggiungono, tra gli altri, il Castello di Introd, con la sua peculiare forma poligonale quasi arrotondata che tuttora lo distingue dagli altri castelli valdostani; il Giardino Botanico Alpino Paradisia, con le sue mille piante e fiori di Alpi e Appennini, oltre ad alcuni esempi della flora di montagna di tutto il mondo; la struttura espositiva Alpinart di Cogne, realizzata attraverso una sapiente opera di ristrutturazione del Villaggio Minatori,;il MAV – Museo dell’Artigianato Valdostano di Tradizione, che racconta la storia millenaria degli artigiani che hanno creato gli oltre mille oggetti esposti, tra manufatti d’uso e sculture.

Nello specifico, sono i seguenti i luoghi dove gli abbonati potranno accedere gratuitamente a partire da agosto: Châtel-Argent di Villeneuve, Cripta di Saint-Léger a Aymavilles, Giardino Botanico Alpino Paradisia di Cogne, Castello di Introd, Centro Espositivo Alpinart – La Miniera di Cogne, Centri visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso di Cogne, di Rhêmes-Notre-Dame e di Valsavarenche, MAV – Museo dell’Artigianato Valdostano di tradizione di Fénis, MAIN – Maison de l’Artisanat International di Gignod, Miniere di Saint-Marcel, Maison Musée Berton di La Thuile, Miniere d’oro di Brusson, Maison Bruil di Introd e Museo del Tesoro della Cattedrale di Aosta.

Alpinart Museominiera Archivio Fgp
Alpinart Museum di Cogne

Con questi nuovi 15 siti, sale a 435 il numero complessivo di opzioni per l’abbonato.

Giardino Botanico Alpino Paradisia 3 Archivio Fgp
Giardino Botanico Alpino Paradisia
20200625-campanili-Cattedrale-di-Aosta
Le torri campanarie della Cattedrale di Aosta

La Valle d’Aosta è la terza regione, dopo la Lombardia nel 2015, a essere entrata a far parte di Abbonamento Musei. Nel giro di poco meno di un anno sono stati 665 i nuovi abbonati in Valle d’Aosta e sono stati inoltre registrati 27.200 ingressi nei siti della regione.

Maison Musee Berton (1)
Maison Musee Berton

Cos’è Abbonamento Musei

Abbonamento Musei è la carta all you can visit che dà libero accesso all’offerta culturale di un’intera regione

Nato a Torino e in Piemonte nel 1995 e curato dall’Associazione omonima, in più di vent’anni Abbonamento Musei ha coinvolto più di 300mila abbonati: il numero degli ingressi l’anno, che nel 2018 ha superato (complessivamente) quota 1.000.000, racconta più di ogni altro dato l’efficacia e la funzione sociale del progetto.

Grazie a oltre due decenni di iniziative, ampliamento dell’offerta e promozioni dedicate, si è riusciti a trasformare il rapporto tra pubblico e musei, con benefici evidenti in termini di risorse economiche rilevanti da reinvestire nella cultura e opportunità di visibilità e coinvolgimento anche dei musei più piccoli o particolari.

La tessera Abbonamento Musei è considerato dagli utenti e dagli addetti ai lavori lo strumento migliore per accedere ai circuiti museali e stimolare l’esplorazione del territorio con gite fuori porta e visite, per vivere a 360° un’intera regione.

Potrebbe interessarti:

La Valle d\'Aosta aderisce al circuito Abbonamento Musei

La Valle d'Aosta aderisce al circuito Abbonamento Musei

Venerdì 28 giugno è stato presentato, al Centro Saint-Bénin, il piano di estensione del progetto associazione Abbonamento Musei alla Regione autonoma Valle d'Aosta.
Leggi tutto

© 2020 All rights reserved.